Manuale del venditore

Consigli e ispirazione per gestire con successo il tuo negozio Etsy

Consigli per aprire un negozio vintage su Etsy

Pronto ad aprire un negozio vintage su Etsy? Parti dai consigli di un venditore esperto, su branding, fotografia, spedizioni, prezzi ed altro ancora.

di Jess Belflower 12 apr 2016
Foto di jessjamesjake

Se i tuoi armadi sono pieni di capi vintage più di quanto tu possa mai indossare e non ti spaventa alzarti presto per visitare un mercatino, forse è il momento che tu apra un negozio vintage su Etsy. Su Etsy, gli articoli che hanno più di 20 anni sono considerati vintage, e i curatori che hanno negozi su Etsy vendono qualsiasi cosa, dagli oggetti decorativi in ottone alla bigiotteria anni '80. Ho aperto il mio negozio di abiti vintage, jessjamesjake, nel 2008 con mio marito James, mentre costruivo la mia carriera come violinista freelance. Avere due carriere creative e appaganti mi mantiene attiva, perciò ho imparato ad essere molto efficiente! Spero che questi consigli aiutino gli imprenditori appassionati di vintage ad allestire un negozio che ameranno. Gestire un negozio vintage non è sempre facile, ma è divertente e gratificante.

1. Definisci il tuo brand

Una delle sfide più grandi che affrontiamo come negozianti è fondare il nostro brand mentre curiamo i nostri negozi. Avrai un'estetica particolare nel tuo negozio? Venderai solo articoli di un periodo storico specifico? Se intendi curare il negozio concentrandoti su una o due decadi specifiche, visita per ispirazione il negozio di Janine D'Agati, Guermantes Vintage, con sede a Baltimore, Maryland. Il suo negozio offre articoli da donna che lasciano a bocca aperta, con un attenzione speciale per gli anni '20 e '30. Per questo motivo, il suo negozio è senza dubbio magnifico, con un'atmosfera lussuosa. I suoi articoli sono di alto livello, ben curati, e sembrano essere in condizioni impeccabili. "Ho un negozio abbastanza di nicchia, specializzato in abbigliamento da donna insolito o raro, degli anni '20 o '30", spiega Janine, "perché si tratta di cose che trovo molto interessanti e mi entusiasmano personalmente".

Il look che stai cercando di creare può essere espresso anche tramite la fotografia. Se la tua collezione vintage è divertente ed eclettica, fotografa i tuoi articoli con alcuni elementi scenici e uno sfondo colorato. Se l'attenzione è posta principalmente sugli articoli e la cura della collezione, prova un approccio più minimalista affinché gli articoli possano davvero risaltare. In entrambe i casi, l'illuminazione naturale è tua amica. Leggi Consigli ai venditori di vintage per velocizzare la fotografia e 5 errori comuni nella fotografia per ulteriori consigli.

Anne Heide di 1919vintage cura il suo negozio intorno ai capi e all'estetica che ama.

Lily, negoziante diLove Charles e For Charles, suddivide il suo inventario in due negozi, per renderli più gestibili e veicolare in ogni negozio la vibrazione desiderata. "Ho deciso di inserire tutti gli articoli da uomo in un negozio separato, così che gli uomini possano navigare più facilmente senza dover passare al setaccio gli oltre 400 articoli che offro su Love Charles", spiega Lily. "Desideravo fortemente che For Charles fosse pulito, semplice, una meta obbligata per tutti gli uomini che cercano capi fondamentali di qualità. Un negozio vintage online dovrebbe essere divertente da visitare, ma non eccessivamente grande, ed avere una varietà di taglie e di stili. Per esempio, se vendi abiti vintage, puoi raggiungere più clienti se riesci ad offrire una varietà di taglie - dalla XS alla XL, fino alle taglie plus.

Lily di Love Charles e For Charles fotografa i capi su una modella per sottolinearne la natura femminile.

2. Seleziona le cose che ami.

Fidati del tuo istinto quando si tratta di rifornire il tuo negozio. Anne Heide del negozio 1919vintage, a Milwaukee, Wisconsin, cura ad esempio il negozio secondo il proprio gusto personale. "Il mio consiglio migliore per la cura degli articoli è rendere propria l'estetica del negozio - nessun altro può essere te", spiega Anne. "Se sei attratto da ogni capo del tuo negozio, allora sei sulla strada giusta per la creazione di un bellissimo negozio con un punto di vista unico".

Quando Janine di Guermantes Vintage ha iniziato a vendere su Etsy nel 2010, selezionava gli articoli per il negozio in base a ciò che riteneva sarebbe piaciuto agli acquirenti. "Lo sentivo come un peso, e non era più divertente", ci spiega. "Ora non venderei nulla che non mi piaccia personalmente, o che non mi affascini, e ciò ha trasformato il mio atteggiamento verso questo lavoro. Sono entusiasta di iniziare ogni giorno, perché sono entusiasta dei capi con i quali lavoro".

La selezione di articoli dello stesso periodo storico, con dettagli distintivi come la decorazione a perline, da al negozio di Janine D'Agati, Guermantes Vintage, un'atmosfera di lusso.

6. Organizzati

Organizzare l'inventario e lo studio è importante quando gestisci un negozio vintage. Ho perso il conto di quante volte al momento di spedire un articolo mi sono resa conto che mancava la cintura coordinata. Il tempo che impieghi preventivamente nell'organizzazione ti risparmierà moltissime ore in futuro. Quando crei l'inserzione di un articolo, assicurati che sia completo e accuratamente conservato. Ecco alcuni miei consigli per organizzare gli abiti vintage:

  • I maglioni e gli indumenti di maglia devono essere piegati (non appesi) per conservare la forma.
  • Le lane e la seta devono essere preservate dalle tarme in una cassapanca o armadio in cedro.
  • Le pieghe conservano la forma se appese, con uno spazio sufficiente per respirare.

Un inventario ben organizzato aiuterà a trovare gli articoli con facilità, assicurando che rimangano nelle stesse condizioni indicate nell'inserzione, risparmierà tempo nella spedizione, e sarà d'aiuto nelle dichiarazioni dei redditi, quando dovrai indicare la stima delle merci invendute.

Il tuo spazio di lavoro dovrà inoltre essere organizzato per ottimizzare la produzione. Lavorerai sulle inserzioni nella stessa area che dedichi alla spedizione? In questo caso, dovrai avere spazio per gli strumenti, come i metri da sarto e le lenti contafili, insieme alle buste per la spedizione e i materiali da cartoleria. La stanza del tuo ufficio ha un'illuminazione naturale? Ti servirà per individuare eventuali difetti e fotografare. Consiglio inoltre l'uso di contenitori dedicati ai diversi progetti: riparazione, lavanderia, o donazione (è importante capire quando è il momento di abbandonare un articolo).

Trovo sia utile fare un patto con se stessi: non appena il contenitore con gli articoli da riparare è pieno al 50 percento, dovrai prendere gli strumenti da cucito ed investire alcune ore nel rammendo. Non appena il contentitore degli articoli da donare è pieno, riempi una busta, caricala in macchina, e lasciala nel negozio di usato che preferisci. Impostare alcune regole manterrà il tuo spazio in ordine e non ti farà divagare.

Inoltre è utile allestire uno spazio dedicato alla fotografia degli articoli. Assicurati che l'area per la spedizione sia fornita di una bilancia di precisione, etichette, e buste o scatole di varie misure. Organizzare il tuo spazio di lavoro avrà l'effetto di semplificare e incrementare la produttività.

4. Diventa un esperto.

Che tu sia già un esperto nell'identificazione dei periodi storici, o solo un appassionato che ama cercare i migliori articoli vintage, è utile essere il più possibile informati. Mi piace impostare dei mini obiettivi, come: "Questa settimana imparerò ad aggiustare le zip", o: "Questa settimana, voglio guardarmi un libro di termini sartoriali e fare una ricerca approfondita sui diversi tipi di maniche". Sapere la differenza tra, ad esempio, manica dolman o a kimono, ti infonde autorità agli occhi dei clienti e ti permette di apporre i giusti tag agli articoli. Un'ottima risorsa per i venditori di abiti vintage è il sito The Vintage Fashion Guild. Hanno un archivio di foto di etichette per aiutarti a datare gli articoli, una guida di risorse tessili per aiutarti ad identificare stoffe e fibre, una guida per i capi di intimo con svariati termini e immagini. È il mio primo passo quando sono incerta su un capo. Molti venditori vintage sono esperti - conoscono la differenza tra pieghe a cannone, pieghe sovrapposte e pieghe a fisarmonica - quindi anche tu dovrai conoscere la tua merce.

5. Usa i social media per attirare traffico nel negozio Etsy.

Prima di scegliere un nome per il tuo negozio Etsy, controlla che sia disponibile nei principali social network. Una volta che il negozio è attivato, inizia a condividere. È importante essere sui diversi canali, così che i clienti possano sempre trovarti, ma concentrati su quello che ti sembra subito naturale.

Mi sono iscritta a Twitter molto presto, e ho ottenuto molti follower. Quando controllo le Statistiche del negozio, vedo che i miei sforzi su Twitter mi ripagano. D'altro canto, la mia pagina Facebook esiste perché alcune persone preferiscono questo canale, ed è un'altra opportunità per portare clienti al mio negozio. Tuttavia, non vi trascorro molto tempo. E va bene così. Sono felice della mia presenza su Twitter, e vorrei migliorare la pagina Instagram del negozio: è questo il mio obiettivo.

Condividere le foto dei clienti sulla mia pagina Instagram e Twitter aiuta i fan a comprendere come incorporare i capi vintage nei loro guardaroba.

6. Nel formulare i prezzi considera il tempo investito

Attribuendo il prezzo alle inserzioni, dovrai considerare il prezzo pagato per l'articolo, il tempo speso lavorandoci (pulizia, riparazioni, fotografia, inserzione), le commissioni da pagare ad Etsy e PayPal, e gli aspetti di unicità dell'articolo. Si tratta di una rarità? C'è molta richiesta? Ricorda di ripagare il tuo tempo, e lasciare un certo margine nella struttura dei prezzi per lanciare promozioni e saldi occasionali. Prima di inserire un articolo, pensa al suo prezzo come farebbe un cliente: qual è il prezzo al dettaglio ragionevole per questo articolo? Ci sono già articoli simili su Etsy? Queste domande ti aiuteranno a pensare come un cliente, ed arrivare ad un prezzo che sia in armonia con i prezzi attuali, pur valorizzando il tempo e il denaro investito in questo articolo.

7. Dai agli acquirenti tutte le informazioni necessarie

Quando sei pronto a caricare le foto dell'articolo, assicurati di includere cinque scatti particolari, che mostrino il prodotto da ogni angolazione e illustrino come può essere utilizzato. Aiuta gli acquirenti ad immaginarsi mentre indossano o mostrano l'articolo nella propria casa. Per abiti, ceramiche, o altri articoli vintage con il marchio del produttore, includi una foto dell'etichetta o del marchio, affinché gli acquirenti vedano coi propri occhi che l'articolo è stato realizzato dal marchio o dalla persona indicata.

Quando scrivi i titoli e i tag usa dei termini accurati che descrivano il periodo storico o lo stile dell'articolo. È importante usare solo tag applicabili all'articolo - gli acquirenti sarebbero delusi nello scoprire che l'abito prendisole anni '50 che cercano sia stato in realtà prodotto negli anni '80. Quando scrivi le inserzioni, assicurati di ispezionare attentamente gli articoli. Ognuna delle mie inserzioni presenta una o due frasi riferite alle condizioni. La prima definisce se l'articolo è in condizioni vintage come nuove, eccellenti, buone, discrete o da restaurare. La seconda frase spiega esattamente cosa intendo con queste parole. Per esempio: "Questo vestito è in condizioni vintage eccellenti. Non riscontro alcun difetto visibile, ma è stato lavato e indossato". Oppure: "Questa camicetta è in buone condizioni vintage. L'orlo sottobraccio è stato rammendato".

La condizione generale aiuta i clienti a comprendere se il capo è indossabile e se il prezzo è giustificato. Includere una foto di tutti i difetti specifici aiuterà i clienti a capire che cosa stanno acquistando. Se inserisco un articolo con diversi piccoli difetti, spesso scatto dei dettagli macro di questi particolari, e creo un collage che li includa tutti in una foto dell'inserzione. In questo modo, non vi sono sorprese quando i clienti ricevono gli articoli ordinati.

Vi sono alcune definizioni utili per descrivere le condizioni degli articoli vintage:

  • New Old Stock o Deadstock: Giacenze di magazzino, fuori produzione, articoli ancora confezionati o mai indossati. Le etichette spesso sono ancora incluse. Nessun segno di invecchiamento.
  • Mint: Nessun segno di utilizzo o di invecchiamento.
  • Condizioni vintage eccellenti: puoi definirle nelle tue condizioni di vendita, ma, secondo me, la dicitura indica che l'articolo è stato usato o indossato, ma non presenta difetti.
  • Condizioni vintage buone: Un capo o un articolo in buono stato strutturale, ma con uno o due difetti estetici.

Io cerco di inserire solo articoli che siano almeno in buone condizioni, ma alcuni clienti apprezzano anche gli articoli da sistemare se il prezzo è conveniente. Non bisogna vergognarsi di vendere articoli in condizioni buone, discrete o da restaurare, purché vengano indicati i difetti e fornite le relative immagini.

8. Cura la sezione Profilo e le condizioni di vendita

Quando sei ancora all'inizio, è particolarmente importante avere una sezione Profilo e delle Condizioni di vendita del negozio complete, perché non hai ancora recensioni o vendite che attestino la professionalità del tuo negozio. Completa tutte le sezioni delle Condizioni di vendita e aggiungi nelle FAQ le istruzioni per la cura.

Usa la sezione Profilo del negozio per raccontare ai clienti la tua passione per il vintage. Includi una Foto del profilo che mostri il tuo viso. Nella sezione Profilo del negozio, aggiungi alcune foto delle tue avventure di acquisti vintage o del tuo spazio di lavoro. Offrire ai clienti un'occhiata nel dietro le quinte aiuta a definirti come esperto di vintage.

9. Fai una ricerca preventiva delle opzioni di spedizione

Spesso, ogni articolo vintage inserito nel negozio è un pezzo unico, potranno perciò esserci costi di spedizione diversi in base al peso e alla dimensione. Se ti trovi negli Stati Uniti, prova lo strumento Calcola le spese postali ottimo per fare ricerche sui prezzi. Puoi aggiungere velocemente il calcolo della spedizione a tutte le inserzioni, impostando diversi Profili di spedizione calcolati. Ne ho uno per i gioielli, le camicie, gli abiti, i sandali, le scarpe, gli stivali, etc. Io ho una serie di profili di spedizione preimpostati con il mio codice postale, 1-3 giorni necessari per la spedizione, un costo (facoltativo) di imballaggio, e tutte le nazioni selezionate. Quindi, quando creo l'inserzione di un articolo, scelgo semplicemente il profilo di spedizione più adatto e inserisco il peso. (Di solito aggiungo qualche decina di grammi per la busta, la carta velina e i biglietti da visita, e oltre cento grammi se utilizzo delle scatole).

Uso gli upgrade di spedizione per permettere ai clienti di scegliere tra spedizione ordinaria/pacco, prioritaria, express e global express. Questo mi risparmia tempo, perché non devo ricevere richieste sulla spedizione rapida di un articolo - vedo già nella ricevuta che il cliente ha pagato una spedizione veloce, e so che l'articolo deve partire subito. Parallelamente, un cliente che preferisce risparmiare può selezionare la spedizione ordinaria. Il calcolo della spedizione mantiene trasparenti i costi, offre opzioni ai clienti, e fornisce un'adeguata compensazione delle spese di affrancatura.

10. Abituati a sperimentare.

Stai affrontando i primi passi per diventare un negoziante vintage di successo, ma hai davanti a te molto lavoro e sperimentazioni. Prova a sfogliare i primi articoli venduti in quasi tutti i negozi, compreso il mio, e noterai l'evoluzione (e il miglioramento) che avviene nel tempo. Dovrai investire tempo nella promozione del negozio e nell'inserzione di nuovi articoli, prima di registrare la prima vendita. Ma se acquisti i migliori articoli, fai pratica, sperimenti con la fotografia, e inserisci gli articoli con tutta l'onestà e la trasparenza possibili, comincerai in grande stile.

Sei pronto ad aprire il tuo negozio vintage su Etsy? Inizia oggi.

Quali consigli daresti a chi sta aprendo un negozio vintage su Etsy? Condividi le tue migliori dritte nei commenti qui sotto.

Autore

Jess Belflower from jessjamesjake

Ciao! Qui è Jess, di jessjamesjake, con alcuni consigli da dare ai futuri negozianti vintage. Vivo ad Albany, NY, e vendo vintage su Etsy dal 2008. Divido il mio lavoro tra la carriera di violinista freelance e la gestione del mio negozio vintage.

Commenti

Continua a leggere in Branding e Marketing